Elenco blog personale

giovedì 15 novembre 2018

Quando l'angelo (di Felice Serino)

Quando l'angelo (di Felice Serino): quando l'angelo verrà a chiamarti / discreto senza tromba / e avrai lasciato questo corpo frale / -burattino senza fili- // aleggerà nel cosmo la tua essenza / col bagaglio di esperienze e sogni / (quei sogni che non muoiono mai) // sarà un capriolare / di; poesia Creative Commons

Ritorno alla villa di Mirta

Ritorno alla villa di Mirta


Ti guarderò negli occhi
e tu mi dirai che mi ami
guidando come una donna.
Dopo Fuorigrotta, Viale Kennedy
e poi la via per Agnano.
Insegne di alberghi e ristoranti
e la vegetazione a pervaderci
di piante sconosciute da rinominare
e poi l'insegna come di villa
d'isola ed entreremo come
in sogno dal cancello.
Ci saranno i cani a correre
felici e ci accoglierà la sorgiva
e fiorevole madre e tra gli aranci,
i limoni, il melograno e la mimosa
centrale tornerà Mirta felice
dalla villeggiatura in Paradiso.
Oh Dio infinito e onnipotente
grazie per questa domenica
nella sinfonia domestica
agli Astroni.

Raffaele Piazza

mercoledì 14 novembre 2018

Indivisa sostanza (di Felice Serino)

Indivisa sostanza (di Felice Serino): sono indivisa sostanza / dimora delle origini / porto il respiro di voci / tra ramate ombre // nelle trame del vento / lascio si dilegui la; poesia Creative Commons

domenica 11 novembre 2018

Allo specchio (di Felice Serino)

Allo specchio (di Felice Serino): ho un rospo- invettiva / mi sta lì / lo raccolgo in un foglio / intanto lascio gridino le pietre // per la bellezza deturpata e / il suo esse- o-esse / per i figli del progresso dio- boomerang / dai chiusi orizzonti e una vita / di passi perduti // per l'uomo e; poesia Creative Commons

sabato 10 novembre 2018

Scrivimi.

Recensione a LO SGUARDO VELATO di Elenia Stefani



Recensione: “Lo sguardo velato” di Felice Serino

[...]
nella fodera del cuore
ho intagliato
il sogno di te
[...]”

[...]
in questa vastità soli
non siamo: miriadi
di mondi-entità ognuno
in una goccia
di luce”

Vi ho citato due frammenti di differenti poesie inserite in queste pagine ognuno con una tematica, ma ce ne sono tante altre affrontate in ogni scritto di questo poeta autodidatta, Felice.
Felice Serino è un uomo che ha visto il mondo e che ancora si meraviglia di esso; “Lo sguardo velato” è solo una delle sue opere e mi auguro non sia l’ultima perché i suoi canti sono impregnati di profonda riflessione.
L’autore non si ferma al primo impatto e giudizio ma si (e ci) pone sempre domande senza tanti fronzoli; è diretto, chiaro, limpido e non ha paura dei suoi pensieri.
La sua poesia è breve, priva di punteggiatura, intensa e ricca di metafore e similitudini; svela il mondo e l’anima dando al lettore gli spunti per porsi quesiti forti, profondi, intimi...tutto questo in ogni sua lirica .
Non è una lettura facile né il classico verso affettivo che spesso ci piace tanto leggere; la sua è una raccolta introspettiva su noi stessi, sulle nostre emozioni e sul prossimo.
Se amate la riflessione, la profondità della vita e l’intensità, questo libro fa al caso vostro...poesia, poesia e ancora poesia: beltà.

Elenia Stefani (su Facebook il 5 ottobre 2018)



#recensione #recensionidielenia #eleniastefani #losguardovelato #feliceserino #poesia #libridaleggere #libridaconsigliare #librisulibri #brescia


L'indicibile

L'indicibile: dove deflagrano  nude parole al di là  della scrittura ho cercato nel calamaio del cuore l'inesprimibile