venerdì 28 febbraio 2014

sabato 22 febbraio 2014

sabato 15 febbraio 2014

Se tu mi dimentichi- Pablo Neruda

J. L. Borges (da Fervore di Buenos Aires)



JORGE LUIS BORGES


Rimorso per qualsiasi morte

Libero dalla memoria e dalla speranza,
illimitato, astratto, quasi futuro,
il morto non è un morto: è la morte.
Come il Dio dei mistici,
del Quale si devono negare tutti i predicati,
il morto ubiquamente estraneo
non è che la perdizione e l'assenza del mondo.
Tutto gli derubiamo,
non gli lasciamo né un colore né una sillaba:
qui c'è il patio che già non condividono i suoi occhi,
là il marciapiede dove spiava la sua speranza.
Perfino ciò che pensiamo potrebbe starlo pensando lui pure;
ci siamo spartiti come ladroni
il capitale delle notti e dei giorni.

*

Sabati

Fuori c'è un occaso, gioiello oscuro
incastonato nel tempo,
e una profonda città cieca
di uomini che non ti videro.
La sera tace o canta.
Qualcuno decrocifigge gli aneliti
inchiodati nel pianoforte.
Sempre, la moltitudine della tua bellezza.

* * *

A dispetto del tuo disamore
la sua bellezza
prodiga il suo miracolo nel tempo.
E' in te l'avvenire
come la primavera nella foglia nuova.
Già quasi non sono nessuno,
sono soltanto quell'anelito
che si perde nella sera.
In te sta la delizia
come sta la crudeltà nelle spade.

* * *

Opprimendo l'inferriata sta la notte.
Nella sala severa
si cercano come ciechi le nostre due solitudini.
Sopravvive alla sera
il biancore glorioso della tua carne.
Nel nostro amore c'è una pena
che somiglia all'anima.

* * *

Tu
che ieri soltanto eri tutta la bellezza
sei anche tutto l'amore, adesso.


[da: "Fervore di Buenos Aires"]








Anima di Poesia

Comunicato Stampa


Esce nel Gennaio 2014 Anima di Poesia, seconda silloge poetica del palermitano Emanuele Marcuccio[1] con le Edizioni TraccePerLaMeta. La silloge raccoglie le poesie degli anni 2008-2013, è aperta da una prefazione curata dal poeta e critico letterario, Luciano Domenighini, e chiusa da una postfazione curata dalla scrittrice e critico letterario, Natalia Di Bartolo.
Completa l'opera, una quarta di copertina curata dallo scrittore e critico letterario, Lorenzo Spurio, che all'Autore nel 2013 ha dedicato una monografia.

Il poeta palermitano Emanuele Marcuccio con Anima di Poesia giunge alla sua seconda silloge poetica, dopo la felice esperienza di aforista e di curatore di una ricca antologia, Dipthycha, il cui ricavato è stato destinato a una lodevole causa umanitaria in difesa della ricerca di una malattia grave, insidiosa e poco
conosciuta quale è la sclerosi multipla.
Una raccolta di liriche variegate che spaziano dall’incondizionato fascino verso il mondo classico ad un nuovo e interessante formalismo dove è l’oculatezza sintattica a governare. Sfogliando Anima di Poesia, che si compone di varie poesie di chiaro intento civile, motivate o ispirate da qualche fatto o condizione che riguarda l’uomo in quanto parte del gruppo sociale, il lettore si troverà rispecchiato in molte delle ansie del poeta, che sono quelle della nostra epoca.
Con un registro per lo più asciutto, ma sempre appropriato e propedeutico alla resa in versi della coscienza del poeta, Marcuccio con quest’opera ci affida le chiavi dello scrigno inarrivabile dell’ “anima della poesia”. Un’utopia che si realizza, grazie alla Parola.  (dalla quarta di copertina di Lorenzo Spurio)

SCHEDA DEL LIBRO


TITOLO: Anima di poesia
AUTORE: Emanuele Marcuccio
CURATORE: Lorenzo Spurio
Editing Cover Images: Laura Dalzini
Original Cover Photo: Giuseppe Parello
EDITORE: TraccePerLaMeta Edizioni
GENERE: Poesia
FORMATO: Brossura
PAGINE: 80
ISBN: 978-88-98643-08-0
COSTO: 9,00 €
www.tracceperlameta.org/tplm_edizioni/negozio/anima-di-poesia-emanuele-marcuccio/



[1] Emanuele Marcuccio (Palermo, 1974) ha conseguito la Maturità Classica nel 1994. Si occupa di poesia (ha pubblicato la silloge poetica Per una strada, SBC Edizioni, 2009, ha ideato e curato una non solita antologia poetica, Dipthycha, Photocity Edizioni, 2013, che lo vede presente con ventuno titoli, in dittico di uguale tema, con altrettante poesie di autori vari) e di aforismi (ha pubblicato la silloge di aforismi e pensieri vari, Pensieri minimi e massime, Photocity Edizioni, 2012).





L'offerta

L'offertahttp://www.rossovenexiano.com/blog/flymoon/lofferta

venerdì 14 febbraio 2014

mercoledì 12 febbraio 2014

sabato 8 febbraio 2014

mercoledì 5 febbraio 2014

sabato 1 febbraio 2014

Aion - Poesia di (Spiritualità)

Aion - Poesia di (Spiritualità)http://www.scrivere.info/ar/poesia.php?poesia=362&t=Aion

Serrano. Giuseppe Conte L'olio della poesia Non finirò di scrivere sul mare

Da UN LEMBO DI CIELO # 3

FELICE SERINO

Da UN LEMBO DI CIELO (3)
2013-2014


.

Giro di luna

giro di luna bivaccante nel sangue
baluginare d’albe e notti
che s’inseguono
dentro il mio perduto nome
per le ancestrali stanze un aleggiare
di creatura celeste
che a lato mi vive nella luce
pugnalata

*


Gonfie le vele

gonfie le vele
a soffio di preghiera
per l'ultimo porto

*

Come se

vivere come se
non ci fossi

non riconoscerti come
il fuori del tuo dentro

-il corpo ad
accompagnarti

*

La tentazione

(a Padre Pio)

estenuante lotta sanguinosa
poi alla luce ubriaca
del nuovo giorno ecco librarsi
sull'umano
azzurra ala la parte angelica

*

L'offerta

vagheranno le nostre ombre
la sera sulla terra
quando non saremo più
inavvertite
si chineranno sul fratello
come offerta
di perdono ad un'offesa
legata al sangue o alla lama
della parola
-balsamo sul cuore
inconsolato
sarà l'angelica
ala

*

La condanna

(a tutti i carcerati e alla loro metà)


bianco urlo dell'altra metà del cielo

(tempo scandito
a elaborare:
due prigioni - di qua di là
delle sbarre
-patteggiare dell'essere
con lo stillicidio che squaderna le ore)

dal fondo del mondo
luce ferita dove è terra
di nessuno

dove il cappio
oscilla

*


Scampoli di vita

tra le pagine del cuore
sfogliate dalle dita del vento
passano bluffando con la morte
scampoli di vita

non può dimenticarci
la bellezza

*


Ali

riscattare le ali
contro l'ingiuria del tempo
risalire
luce dopo luce
a un'alba rossa di vene esplose

*


Brandelli d’amore

dammi Signore
un collante
di passione

per fissare per sempre
nel blucielo
brandelli d’amore

pezzetti
di me

*


D'un sogno

casa sul mare dove vidi
la luce
sulla porta un ritaglio di cielo
a visitarmi i miei morti
venuti sembra
dal mare
sorridermi mentre
mi vedono
con naturalezza librarmi
falena contro il soffitto






Commento a VISIONE

Visione

imbevuto del sangue della passione un cielo 
di angeli folgora l’attesa vertiginosa
nella cattedrale del Sole dove ruotano 
i mondi
è palpito bianco la colomba sacrificale

Felice Serino

*


Commento di Tullio il 26/01/2014

Che bella l`immagine della Bianca Colomba, come l`antica Fenice, che vedo emergere e chiara.. salire brillante nel cielo dipinto di rosso... tra un coro di Angeli... visione vertiginosa perche`effetto del Sacrificio-Passione.. in un cielo folgorante appunto (perche` illuminato ed illuminante ) che ti fa preda di quello spiraleggiare.. come sempre.. in Mistici Viaggi.. proiettando in altri mondi colui o colei che si offre al Vortice del non Tempo... quando un segreto cammino si apre... quando ci si concentra nel Cuore-Cattedrale... per viaggiare per l`Infinito... quello stesso Cuore che e` anche Asse... intorno al quale ruotano.. tutte le creazioni...(che chiami mondi) .. sognate dal Divino! Grazie per la Visione... veramente.. esaltante.

Su PoesieRacconti.it

Giro di luna

Giro di lunahttp://www.rossovenexiano.com/blog/flymoon/giro-di-luna