sabato 16 aprile 2016

Leopoldo Maria Panero



LEOPOLDO MARIA PANERO

.

Qui sono io, Leopoldo María Panero
figlio di padre ubriaco
e fratello di un suicida
perseguitato da uccelli e ricordi
che mi insidiano ogni mattina
nascosti in cespugli
gridando che finisca la memoria
e il ricordo divenga azzurro, e gema
pregando il niente perché muoia.

 

*


SONO UN NIDO DI CENERE

Sono un nido di cenere
dove accorrono gli uccelli
per cercare la manna dell’ombra
la freccia conficcata nel poema
il bacio dell’insetto.


 
 
 







Nessun commento:

Posta un commento