sabato 30 luglio 2016

Alessia a Budapest


Alessia a Budapest
.

Sera con Giovanni tra gli alberi
fatati lungo il blu del Danubio
per Alessia nerovestita dopo
essere usciti dall'albergo nido
per il fiore della coppia.
Sulla panchina a contemplare
fresche acque nella serale luce.
Budapest di anno in anno
a risorgere dopo il comunismo
e sorridono di nuovo sempre più
le ragazze ungheresi di Alessia
colleghe nel mestiere della
vita. Nuova libertà per Alessia
nell'entrare nelle spire dell'
anima di diciotto grammi nell'
interanimarsi con dei lampioni
la luminosità a irrorare la mente
nel del fresco la gioia. Libertà
ad avvincere Alessia nel
toccare di Giovanni gli occhi.

Raffaele Piazza

1 commento:

  1. Atmosfera creata di magia e di mistero in questi bei versi.
    Si respira il senso di libertà delle ragazze ungheresi dopo il comunismo.

    RispondiElimina